facebook youtube instagram 

Stadi aperti al pubblico: i tifosi, quando potranno tornare allo stadio?

Riaprono gli stadi. Fino a pochi giorni fa era ancora presto per parlarne, ma ora questo scenario si prospetta sempre più nitido: dopo l’assemblea di Lega nel Consiglio Federale dell’8 giugno, in cui è stato proposto il tema della riapertura parziale degli stadi, visti gli ultimi dati relativi alla pandemia del covid-19, è ipotizzabile che il governo decida, finalmente di ripopolare in maniera misurata gli stadi.

Il protocollo in vigore, che attualmente regola il periodo delle competizioni, permette l’ingresso solo ed esclusivamente (e sempre nel minor numero possibile) agli addetti ai lavori. Ma da qui a breve, probabilmente verranno abrogate norme meno stringenti in base all’evoluzione generale dell’emergenza sanitaria.

Il principio su cui puntano le società vira su questo aspetto: se il governo ha dato il via libera ai cinema ed ai teatri, perché non dovrebbe essere più tollerante nei confronti degli eventi sportivi open-air.

Ovviamente, sempre nel rispetto del distanziamento sociale e delle normative generali date al paese.

Riaprono i cinema. E gli stadi?

Da lunedì 15 giugno, teatri e cinema sono di nuovo aperti.

Quanto dobbiamo ancora aspettare per la riapertura degli stadi?

Le società di Serie A stanno lavorando intensamente per dare ai tifosi la possibilità di assistere dal vivo alle prossime partite di Serie A.

Il pubblico, del resto, è fondamentale per dare supporto alla squadra, e spingere i giocatori a dare il meglio di sé.

Come logica ammette: tutto dipenderà dall’evolversi della situazione sanitaria, ma il modello che verrà scelto (secondo voci di corridoio) somiglierebbe molto a quello dello sport australiano.

Nel continente oceanico, in cui il contagio è risultato decisamente inferiore rispetto al nostro, gli stadi sono stati aperti ad inizio luglio, accogliendo un massimo di 10mila spettatori.

La Lega Calcio Serie A ribadisce il bisogno di favorire il prima possibile, nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza, la riapertura degli stadi al pubblico. In quest’ottica, gli organi competenti, stanno pianificando un protocollo flessibile, che sarà inviato nelle prossime ore al presidente della Figc Gabriele Gravina, affinché possa discuterlo nei colloqui con il ministero dello sport.

Come si legge in una nota recente, la Lega auspica che venga consentita a ciascuna Società Sportiva (In base alle specifiche caratteristiche di ogni realtà e impianto) la possibilità di riaprire i propri stadi ad un numero limitato di tifosi.

In questi giorni verrà stipulato un piano per autorizzare alcuni tifosi a tornare sugli spalti degli stadi per seguire la propria squadra del cuore.

Su Esasport, ricordiamo, troverete i biglietti per le prossime partite a porte aperte di Serie A.

Leave a reply