facebook twitter google youtube instagram pinterest
biglietti gran premio francia

Gran Premio di Francia 2018: il ritorno dopo 10 anni.

Sono passati 10 lunghi anni dall’ultima volta che la Francia è stata il palcoscenico di un gran premio, e 27 sono, invece, gli anni trascorsi dall’ultima gara disputata a Le Castellet. Quale migliore occasione di quella del 24 giugno 2018 per prendere parte a questa strabiliante gara, che lascerà senz’altro gli spettatori senza fiato.
Esatour sport events, tra le molteplici soluzioni che offre, mette a disposizione anche i biglietti per questo evento che si potrebbe definire quasi storico; cosa aspettate? Correte ad acquistare i biglietti.

Biglietti Gran Premio di Francia: Il Paul Ricard e la sua incredibile storia.

Il circuito Paul Ricard sarà il luogo su cui si disputerà questa entusiasmante corsa; le sue caratteristiche lo rendono unico, e particolarmente adatto a sostenere questo grande ritorno del Gran Premio in Francia.
Il suo nome è legato a Paul Ricard, che ne curò la progettazione e lo sviluppo. È il 1970 quando finalmente viene inaugurato, e si prepara ad essere uno dei circuiti più famosi al mondo. La sua peculiarità, di cui potrete apprezzare il brivido assistendo dal vivo al Gran Premio, è la celeberrima courbe de signes, una curva che si presta ad essere percorsa ad alta velocità e che si posiziona al termine del rettilineo del Mistral, lungo più di 1.800 metri.
Si riporta che l’unico in grado di percorrerla senza mai smettere di accelerare fu Senna, nonostante la Courbe de Signes fu proprio il punto in cui si realizzò un significativo incidente, per fortuna senza particolari conseguenze.
Questa configurazione portò, però, ad un drammatico incidente, a spese del pilota De Angelis, che perse la vita durante un test privato. Perciò si ebbe dapprima una modifica, che riguardava l’iconico rettilineo del Mistral del quale venne ridotta notevolmente la lunghezza, e poi a partire dal 1990, si decise di abbandonarlo completamente. Solo nel 1999 Ecclestone lo riacquistò, e diede il via ad un’opera intensiva di ristrutturazione, che lo ha visto per lungo tempo come sede di test per la Formula 1.

Biglietti Gran Premio di Francia: Il Paul Ricard nel Gran Premio del 2018.

Per la grande occasione la lunghezza della pista sarà di 5,8 chilometri, e il noto rettilineo del Mistral verrà spezzato in due frazioni dall’interposizione di una variante, la quale potrebbe offrire delle scenografiche opportunità di sorpasso. Sarà mantenuta la storica Courbe de Signes, che i piloti dovranno affrontare ad altissima velocità. È stato annunciato che nel periodo invernale si è proceduto con la riasfaltazione della pista, così da conferirle delle ottimali qualità aerodinamiche, e che sono state apportate delle modifiche, inerenti principalmente all’ampiezza dell’ingresso o dell’uscita di alcune curve, sempre con l’intento di offrire migliori chances di sorpasso e di recupero.

Biglietti Gran Premio di Francia: Perché non perdere questo evento.

La Francia si può considerare come un set storico per la Formula 1; qui sono stati corsi oltre 58 Gran Premi, e questo primato è battuto da pochissimi altri paesi. Sicuramente sarà uno degli eventi più attesi dell’estate, e questo anche per le promettenti emozioni che il Paul Ricard sarà in grado di fornire. È qui che moltissimi piloti hanno avuto modo di affermare nel corso degli anni i loro successi, e si presenta, quindi, come l’occasione di affermazione anche per quei piloti che si apprestano a percorrerlo per la prima volta.
Esatour sport events mette a disposizione i biglietti per questo straordinario Grand Prix, a distanza di 28 anni dall’ultima volta in cui si è corso a Le Castellet prima che l’evento fosse trasferito ad un altro circuito, il Circuito di Nevers Magny-Cours, sito vicino a Parigi per molti anni.
Esatour oltre a disporre di diverse offerte, mette a disposizione anche dei comodi pacchetti viaggio che rispecchiano le esigenze di ognuno, e che permettono di raggiungere comodamente la zona e di soggiornarvi per il periodo dell’evento.

pulsante

Leave a reply